Coaching strategico

Crisi aziendale: come affrontarla con il coaching strategico

Una situazione di crisi può manifestarsi in qualsiasi contesto aziendale e in qualsiasi gruppo di lavoro.

Ciò nonostante, questa possibilità non deve spaventarvi, anzi.

Infatti, è bene ricordare che non solo dei momenti di crisi e di stallo sono fisiologici all’interno di un team di persone che lavorano insieme quotidianamente, ma andrebbero anzi considerati come occasioni di riflessione, apprendimento e crescita

In situazioni simili il coaching strategico può essere una risorsa preziosissima per il team.

In questo caso, il lavoro del coaching strategico sarà infatti quello di individuare e superare efficacemente un limite, prospettando soluzioni inaspettate e facendo emergere talenti e risorse di cui le persone non sono sempre pienamente consapevoli.

Scopriamo più nel dettaglio di cosa si tratta.

Come il coaching si relaziona ai momenti di crisi

Il coaching strategico è una modalità di intervento che mira a lavorare, con individui singoli o con gruppi, per il raggiungimento di uno specifico obiettivo.

Il coaching strategico lavora inoltre sul superamento dei limiti dell’individuo, favorendo una ridefinizione della percezione e suggerendo modalità di azioni alternative di fronte a una crisi da affrontare o a un problema da risolvere.

L’ obiettivo principale di questa modalità di intervento è il raggiungimento di quello che Giorgio Nardone (fondatore della metodologia del coaching strategico) definisce “cambiamento strategico”.

Il cambiamento strategico prevede una modifica dello status quo di un sistema; rappresenta inoltre uno strumento fondamentale per superare i limiti e gli ostacoli che impediscono il raggiungimento di un obiettivo.

Questo cambiamento non avviene a livello cognitivo, bensì a livello emotivo.

Le strategie attuate nell’intervento di coaching strategico favoriscono dunque la possibilità di sperimentare delle esperienze emozionali correttive.

coaching strategico

Come interviene il coach strategico

Vediamo ora su quali livelli il coach strategico può intervenire e sostenere un’impresa in un momento di difficoltà.

  • Guida strategica. I coach possono fornire una prospettiva obiettiva e aiutare i leader aziendali a sviluppare piani strategici per affrontare le crisi. Possono aiutare a identificare le priorità, a fissare degli obiettivi realistici e a creare piani d’azione per superare gli ostacoli;
  • Supporto emotivo. Le crisi possono essere emotivamente impegnative per i proprietari e i leader d’azienda. I coach offrono uno spazio confidenziale e di supporto per esprimere le proprie preoccupazioni, paure e frustrazioni. Aiutano a gestire lo stress, a mantenere la concentrazione e a sviluppare la resilienza necessaria per affrontare le circostanze difficili;
  • Processo decisionale e risoluzione dei problemi. Durante una crisi, le aziende si trovano spesso nella condizione di dover prendere decisioni complesse e urgenti. I coach possono facilitare i processi di pensiero critico, mettere in discussione le ipotesi e aiutare i leader nei processi decisionali. Possono anche utilizzare tecniche come il brainstorming, l’analisi del rischio e la pianificazione dello scenario per esplorare varie opzioni e sviluppare soluzioni efficaci;
  • Sviluppo delle competenze. Le crisi richiedono alle aziende di adattarsi, innovare e acquisire nuove competenze. I coach possono identificare le aree di sviluppo e fornire indicazioni sull’acquisizione delle conoscenze e delle competenze necessarie. Tra queste possono esserci le capacità di leadership, le strategie di comunicazione, la gestione del cambiamento o le tecniche di risposta alle crisi;
  • Responsabilità e motivazione. In tempi di crisi, può essere difficile rimanere concentrati e motivati. I coach agiscono come partner di responsabilità, assicurando che i leader si impegnino a raggiungere i loro obiettivi e a intraprendere le azioni necessarie. Forniscono incoraggiamento e sostegno, aiutando a mantenere lo slancio durante i periodi difficili;
  • Allineamento e comunicazione del team. Le crisi hanno spesso un impatto sulle dinamiche di squadra e sui canali di comunicazione. I coach possono aiutare a promuovere un lavoro di squadra efficace, a rafforzare la collaborazione e a migliorare la comunicazione all’interno dell’organizzazione. Possono facilitare gli esercizi di team-building, la risoluzione dei conflitti e fornire indicazioni per mantenere il morale e la motivazione nei momenti difficili.

Cosa ci insegna il coaching strategico sui momenti di crisi

Le crisi offrono opportunità di apprendimento e di crescita.

I coach possono aiutare gli individui e le organizzazioni a riflettere sulla crisi, a identificare le lezioni apprese e a sviluppare strategie per prevenire o affrontare situazioni simili in futuro.

Aiutano inoltre a costruire la resilienza e l’adattabilità, consentendo alle aziende di uscire più forti e solide dalle situazioni di difficoltà.

Nel complesso, il coaching fornisce un approccio di supporto. Consente agli individui e alle aziende di superare le sfide, prendere decisioni mirate e sviluppare le competenze necessarie per il successo a lungo termine.

Dove trovare un coach strategico

Cerchi un coach che sia specializzato nel coaching strategico e che sappia aiutare i propri clienti nello sviluppo delle loro piene potenzialità?

Elio Zoccarato è un coach professionista qualificato AICP, ha frequentato la Scuola di coaching strategico-esperienziale FYM approfondendo il metodo strategico di Giorgio Nardone. Collabora stabilmente con il team di FYM e può aiutare efficacemente la crescita e la gestione dei team grazie all’esperienza di 25 anni di lavoro con squadre aziendali.

Se cercate un coach che sia in grado di utilizzare efficacemente la comunicazione strategica per accompagnare il cliente nel percorso di cambiamento, di sviluppo lavorativo e di crescita personale, affidarsi all’esperienza di Elio Zoccarato è la scelta più giusta.

Contatta Elio per prenotare subito la tua sessione di coaching.